Successione eredità, ecco i casi per i quali non è obbligatoria

Successione eredità, ecco i casi per i quali non è obbligatoria

successione eredità

La successione eredità è, per un motivo o per un altro, una pratica cui in tanti si trovano coinvolti, spesso a seguito del decesso di qualche parente. Inoltre queste pratiche sono molto articolate e piene di cavilli burocratici, tanto da rendere la questione molto complicata. Ci sono però dei casi in cui le pratiche di successione non sono obbligatorie.

Nuovo modello dichiarazione successione eredità

Recentemente l’Agenzia delle Entrate ha realizzato un nuovo modello per la dichiarazione di successione eredità da compilare per rispettare tutti gli obblighi fiscali presenti in materia. Tale dichiarazione va compilata in presenza di qualsiasi tipo di eredità, sia immobili che beni mobili (quote societarie, crediti, ecc.)

dichiarazione successione eredità

Dichiarazione successione eredità, chi non deve presentarla

Ci sono casi in cui la dichiarazione per la successione eredità non va presentata e si tratta di tutti quei casi in cui gli eredi sono il rispettivo coniuge o i parenti in linea diretta con chi lascia l’eredità, ovvero nonni, genitori, nipoti e figli. Costoro sono esentati dall’obbligo di presentare la dichiarazione solamente se nell’eredità non sono presenti dei beni immobili e se l’importo totale non è superiore ai 100.000€.

L’altro caso nel quale non si deve presentare la dichiarazione per la successione dell’eredità è quanto si rinuncia ad essa.

Informazioni utili sulla dichiarazione di successione

Sono obbligati a presentare la dichiarazione tutti coloro chiamati all’eredità, gli eredi, i legatari, gli amministratori dell’eredità, gli esecutori testamentari, i curatori dell’eredità e gli istituti giuridici (trustee) nei quali sono trasferiti i beni dell’eredità.

Tutti coloro che sono tenuti a presentare tale dichiarazione devono innanzitutto fornire una descrizione analitica dei beni compresi nell’eredità. Per inviare la dichiarazione vera e propria, da presentarsi entro i dodici mesi dalla data del decesso di chi lascia l’eredità (salvo alcuni casi particolari), l’unico canale previsto è quello telematico presente all’interno del sito dell’Agenzia delle Entrate. Qualora chi lascia l’eredità ha risieduto all’estero la questione è di competenza esclusiva dell’Ufficio Territoriale di Roma 6 (Eur Torrino).

Leave a Reply