Versamenti conto corrente: anche i contanti vanno tassati

Versamenti conto corrente: anche i contanti vanno tassati

versamento conto corrente

È necessario fare una precisazione in merito ai versamenti conto corrente: anche i contanti che vengono versati sono considerati reddito, se di questi non è possibile dimostrare la provenienza, per cui vanno tassati. Vediamo di cosa si tratta.

Versamenti conto corrente

In definitiva, nonostante le grandi questioni che questa normativa solleva tanto da essere fonte di numerosi contenziosi tra l’Agenzia delle Entrate e i contribuenti, secondo la legge italiana tutti i soldi che sono fonte di versamenti conto corrente sono automaticamente considerati il corrispettivo per una prestazione lavorativa, per l’esecuzione di un servizio o per la vendita di un bene.

Se, in realtà, si tratta di soldi ricevuti in altro modo (donazione, vincite lotterie, ecc) bisogna dimostrarlo, nonostante non sia sempre facile riuscirci.

versamento conto corrente e tasse sui contanti

I versamenti conto corrente e le verifiche dell’Agenzia delle Entrate

La legge in questione sui versamenti conto corrente non ammette deroghe e in ogni circostanza bisogna dimostrare che su quei soldi versati si siano già pagate le tasse, altrimenti scatta in automatico la sanzione da parte dell’Agenzia delle Entrate.

Uno dei problemi più annosi, e fastidiosi per i contribuenti, avviene quando si ricevono donazioni in contanti da parte dei genitori verso i figli (per evitare di dividere con altri legittimi eredi) per le quali il destinatario di tali somme, se decide di versarli sul proprio conto corrente, andrà incontro ai controlli degli ispettori dell’Agenzia delle Entrate che considererà sospetta tale somma (di qualsiasi entità) in quanto superiore al reddito percepito. In questi casi, sempre secondo la legge, non è considerata sufficiente la testimonianza di uno dei due coniugi in quanto pretende solamente prove documentali, che in questo caso in essere non possono essere dimostrate.

Per depositare i soldi in un conto corrente, in conclusione, bisogna sempre avere una prova documentale che ne giustifichi la provenienza, altrimenti si incorre in verifiche fiscali dalle quali è molto difficile uscire indenni.

Leave a Reply